Maria Cristina Pacelli

7 maggio - 11 giugno
La mostra propone un excursus sull’ampia produzione di Maria Cristina Pacelli, artista toscana formatasi a Bologna, dove tutt’ora vive e lavora. Tutto il suo lavoro, dalle prime sino alle ultime opere, è incentrato sul rapporto tra scultura e psicologia del profondo: si parte sempre dallo studio della figura umana, rivisitata poi mediante il filtro dell’inconscio, in un viaggio di memoria junghiana attraverso il proprio vissuto e le proprie sensazioni, in modo tale che la materia diventi forma vivente e pulsante dell’interiorità, nell’inscindibile totalità di corpo e psiche. Le sculture sono realizzate in creta raku, gres scuro e chiaro, e poi patinate con ossidi e malte; accompagnano l’esposizione studi di nudo realizzati a carboncino e pastelli su carta da spolvero, poi intelati. Testi critici a cura di Francesca Gualandi e Cristina Bignardi. Presentazione a cura di Cristina Bignardi. Inaugurazione sabato 7 maggio 2022, ore 18.00

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi